RW5..UNSOGNODIVERSO NATA/O

chiusi la porta dietro le mie spalle

sperando :
adesso, arrivano
mamma, non mi lascerà andare

non lo farà
non lo farà,
in questo modo……

……lo fece.

quanto piansi

presi l’autobus che portava alla stazione

il conducente:

dove la porta bella signorina?

non lo guardai, per tutto il percorso

rimasi in piedi affacciata al finestrino

….CONTINUA

Un giorno credi…………Edoardo Bennato

Un giorno credi di esser giusto

E di essere un grande uomo

In alto ti svegli e devi

Cominciare da zero

Situazioni che stancamente

Si ripetono senza tempo

Una musica per pochi amici

Come tre anni fa

A questo punto non devi lasciare

Qui la lotta è più dura ma tu

Se le prendi di santa ragione

Insisti di più

Séi testardo

Questo è sicuro

Quindi ti puoi salvare ancora

Metti tutta la forza che hai

Nei tuoi fragili nervi

……..

Emozioni allo sbando

Articoli, che fanno piangere

Articoli, che ridono

Articoli, senza vergogna

Articoli, vergognosi

Articoli, che non dirmi la notte

Articoli,

….cche

. forse

.. è, stato lui, oppure

…ggli Alieni.

( CHE, HANNO PIÙ PAURA LORO DI NOI)

Articoli, pieni di parole che non dicono nulla

Altri…

..che, tolgono il fiato e non li dimentichi più.

Felice di leggervi..

M. G.

SMS

SMS…

Ti amo

Mi manchi

Non puoi immaginare quanto ti desidero

Ti porto al mare, vuoi?

Sono sotto casa, dai che partiamo.

SMS: la risposta di lei.

Siamo sposati, viviamo insieme *ricordi?

Séi sotto casa di chi?

Perché..:

Se mi ami come vuoi farmi credere

Sapresti che odio le prenotazioni via SMS

Come odio le COZZE..

Loneliness

solitudine

S

to bene così

Non ho bisogno di nessuno

Ho arredato il vuoto che avevo dentro

Lho riempito di fantasie buone

Farfalle colorate

Tramonti incantevoli

Fiori profumati

Stelle cadenti

Stelle cadute proprio qui

Su queste mani

..

Ho cantato per dare

una colonna sonora

al film che ho scritto, vissuto e diretto

il mio

The End a lieto fine

È tutto quel che mi rimane

Indirizzato a

Gentile Destino…

M.G. A.

Superare una critica

Poco tempo libero, il lavoro è padrone di me, ( mi piace così) 0…bisogno di un’ora d’aria, mi perdo nel mondo della psicologia, espressioni e linguaggio del corpo

Reagire, con un commento sincero quello che c’è di più normale in una conversazione

Accettare una critica

Piuttosto che un complimento

Anche a me piacerebbe sentirmi dire, da tutti, che sono bellissima, intelligente, brava e buona.

Ma non sarebbe  UMANO

Per essere in grado di stare bene al mondo e con tutti,

Devi, prendere il bello e il brutto

Quale stagione ti piace di più?

L’estate o l’inverno?

Adattati,

Non cambieranno per te.

Così come sono.. By Maria Grazia.

RW4 UN SOGNO DIVERSO

NATA /O

quando mi disse di andare via
guardava il pavimento

e le sue mani…

quelle mani…
a me,
sconosciute
indifferenti
impassibili,
dentro le tasche dei pantaloni


dovevo farlo, per favore

come, chiedere una sigaretta ad un amico

..
avevano,
organizzato quel momento
nei dettagli

un paio di giorni
per raccogliere le mie cose

Sono pronta/o
girai la maniglia della porta.

mia madre non venne nemmeno a salutarmi

LUI..
sedudo, sulla sua poltrona davanti alla tv

Disse :
C’è una busta sulla scrivania,
è per te

col cuore a brandelli,
l’afferai, speranzosa di trovare
un foglio ingiallito, strappato da un’agenda

con due parole scritte da lui

desideravo, incontrare le mani di mio padre
almeno
in quel pezzo di carta
….no, … che stupida

Una bugia .?

Pa?, . dimmi…. una bugia ti prego.

..
la busta, conteneva un biglietto da visita
il riferimento di una casa famiglia
vicino al mare

lontano….
da LUI.

C’erano tutte le indicazioni
Autobus
Treno

Mi aspettavano

Quando arrivi,
chiama, veniamo a prenderti
noi.

nient’altro……

……CONTINUA

NATA/O

RW2 ..UN SOGNO DIVERSO

NATA/O

c’era, una domanda che volevo fare alla mamma. e che non ero in grado di formulare

come si chiamava?
cos’era?
perché, era lì.?
non sapevo cosa dovevo chiedere, di preciso

troppo piccola, per trovare le parole..

cos’era, quel fagiolino, ( così lo chiamava mamma), che stava dentro le mie mutandine?

diceva :
stai tranquilla, non è niente, andrà apposto
da sé.
col tempo, sparirà.

……….CONTINUA

NATA/O

UN SOGNO DIVERSO

..NATA/O

…femmina,
quello che sentivo di essere, che mi piaceva essere.

mamma, mi soffocava,
per le troppe attenzioni
papà,..? papà, non capiva, non accettava, l’essere che aveva generato.

Ermafrodita,
sia femmina che maschio
o,
ne uno, ne l’altro.

io, ero, una bambina,
i lineamenti, il portamento la pelle rosa
., mamma , mi trattava e vestiva da femmina.

fin dalla scuola materna,
qualcuno,
ora non ricordo bene,
qualcuno, diceva :
com’è strana questa bimba
Ero piccola, giocavo e dimenticavo

le cose cambiarono, quando, crescendo
mi accorsi di essere l’unica ad essere accompagnata al bagno da un adulto.

………….CONTINUA